WJ e Etica, un percorso comune

Il Festiva della Fotografia Etica prosegue per altri due weekend, tra mostre, visite guidate, workshop ed incontri.

Foto di Danilo Garcia Di Meo
Foto di Danilo Garcia Di Meo

FESTIVAL DELLA FOTOGRAFIA ETICA
06/28 OTTOBRE 2018
Lodi – IX Edizione

di Domenico Farnese | Foto di Danilo Garcia Di Meo

Qual è il ruolo della fotografia sociale oggi? Ed il fotografo, deve limitarsi a raccontare la realtà in cui si trova, o agire per cambiarla?

Witness Journal ne ha parlato sabato 13 ottobre, ospite a Lodi della nona edizione del Festival della Fotografia Etica, all’interno degli incontri “Fotografia sociale: tra documentazione e memoria” e “WJ: dieci anni di fotogiornalismo” presso la Biblioteca Laudense.

Un’occasione per raccontare al pubblico del Festival gli oltre dieci anni di attività del magazine e dell’associazione WJ, impegnati nella promozione e diffusione della cultura fotografica, attraverso corsi di formazione in ambito fotogiornalistico e la pubblicazione di reportage di autori italiani ed internazionali.

Giulio Di Meo, fotografo e presidente dell’Associazione, ha raccontato alcuni dei progetti in cui è stato impegnato negli ultimi anni, cercando, attraverso parole e soprattutto immagini, di trasmettere la sua idea di fotografia sociale, che deve “raccontare il mondo ai suoi abitanti, denunciarne la miseria e le prevaricazioni subite dagli ultimi”. Una fotografia che può indignare, ma presenta le persone nella loro profonda bellezza.

Dal 2007 a oggi WJ ha pubblicato 99 numeri per un totale di 886 reportage, vagliando oltre 2.000 proposte ricevute dalla redazione attraverso un meccanismo “dal basso”, che ribalta il paradigma classico del giornalismo: ogni numero nasce dalla selezione delle proposte delle persone, che si trasformano all’occorrenza da lettori ad autori. Il testo – come ha spiegato il giovane redattore Alessio Chiodi – funge da complemento delle foto, e viene di solito elaborato dalla redazione, che è in continuo contatto con l’autore.

La serata è stata anche un’opportunità per i soci ed i collaboratori di WJ, alla soglia della pubblicazione del numero 100 della rivista, per incontrare i lettori, con un brindisi al vicino Caffè Letterario e la promessa di continuare a dar voce alle storie, con onestà e passione.

Il Festiva della Fotografia Etica prosegue per altri due weekend, tra mostre, visite guidate, workshop ed incontri.

Tra gli appuntamenti del prossimo fine settimana (20 e 21 ottobre 2018), si ricorda la IV edizione del Premio Voglino, con letture portfolio dal vivo o online. I finalisti saranno pubblicati nella piattaforma web “Italian Collection” e diffusi attraverso i canali social ed editoriali dei media partner. I vincitori saranno premiati domenica 28 ottobre.

Qui il calendario del terzo e quarto week end del Festival.