Witness Journal 95

Un numero dedicato alla seconda edizione di Closer, tre giorni di mostre e workshop a tema reportage e fotogiornalismo a Bologna

Foto di Fausto Podavini

Passo dopo passo

Questo numero 95 è interamente dedicato ai contenuti di Closer 2018, la tre giorni di mostre e workshop a tema reportage e fotogiornalismo, realizzati da WJ in collaborazione con QR Photogallery e Arci Bologna, e che si terrà a Bologna il primo fine settimana di Febbraio. Giunta alla seconda edizione, la manifestazione vuole essere un momento di condivisione e confronto sui temi della fotografia e dell’informazione, ma anche veicolo attivo di iniziative e progetti come quelli che la nostra associazione sta già realizzando su più fronti. A Milano è infatti partito il primo corso della scuola di fotografia di Riscatti Onlus, finanziata dalla Fondazione Cariplo e sostenuta dall’assessorato alle politiche sociali del comune di Milano, che vede impegnati i redattori di WJ in veste di docenti di fotografia per persone in difficoltà e già inserite all’interno di percorsi di recupero e reinserimento sociale. Sempre a Milano, l’8 marzo prenderà forma attraverso una mostra presso il Padiglione di Arte Contemporanea, un altro progetto realizzato insieme a Riscatti Onlus: un corso di reportage a 13 ragazzi di Amatrice finalizzato a farci capire cosa vuole dire per degli adolescenti vivere in un territorio colpito da un sisma. L’obiettivo è la raccolta dei fondi necessari per la costruzione di un nuovo centro di aggregazione giovanile nel paese laziale.

Closer 2018, dunque, non sarà solo l’occasione per vedere dal vivo le foto dei cinque lavori selezionati per l’esposizione e che vi presentiamo in questo numero, ma anche un momento di confronto. Un piccolo laboratorio di idee per capire come organizzare meglio le prossime attività che l’associazione e i suoi iscritti sostengono con il duplice obiettivo di dare sempre maggiore visibilità ai lavori fotogiornalistici ma anche di sviluppare azioni che, facendo leva sulla potenza della fotografia, si traducano in progetti sociali concreti.

La parola d’ordine anche per quest’anno sarà dunque #farerete. Allargare la base dell’associazione, continuare a instaurare rapporti con altre realtà del terzo settore, sviluppare nuovi format capaci di fare informazione e cultura attraverso la fotografia, dare nuovo impulso al nostro giornale. Sono solo alcune delle cose che vogliamo fare, insieme.

Amedeo Novelli

Leggi ora Witness Journal 95