Mostra del corso Brenta e San Luigi

Domenica 28 maggio al Residence Sociale Aldo dice 26x1 di via Oglio 8 a Milano inaugurerà la mostra fotografica delle foto realizzate nel corso del workshop che Witness Journal ha tenuto nel quartiere Brenta e San Luigi nell’autunno 2016

Foto di Camilla Mallone
Il workshop rientra in un progetto fotografico più ampio, avviato nel 2010, che ha l’obiettivo di raccontare attraverso il mezzo fotografico i quartieri di Milano, protagonisti nel corso degli ultimi anni di forti trasformazioni territoriali e sociali. Queste realtà, spesso conosciute nell’immaginario collettivo attraverso banali luoghi comuni, raccolgono invece colorati ed emozionanti racconti di persone e di luoghi. Il lavoro, che si è sviluppato su due weekend, ha avuto l’obiettivo di guidare i partecipanti nello sviluppo di un progetto fotografico personale, analizzando le diverse fasi necessarie alla realizzazione di un reportage: l’idea, la pianificazione del progetto, il lavoro sul campo, l’editing e la presentazione finale.
Il Residence Aldo Dice 26×1 nasce nel 2014 dall’unione delle associazioni Clochard Alla Riscossa, Comitato diritto alla casa e Unione Inquilini Milano che, occupando un palazzo di proprietà pubblica abbandonato da oltre 5 anni, danno vita a un progetto completamente alternativo alle politiche finora adottate dalle istituzioni per far fronte all’emergenza abitativa.
Nel Residence si è sviluppato un sistema di multiservizi che porta le famiglie sfrattate al raggiungimento dell’alloggio popolare, ospitandole in un contesto confortevole e dignitoso con spazi comuni e spazi privati.
Foto di Camilla Mallone
L’ingresso è gratuito e per l’occasione gli abitanti del Residence proporranno un concerto e una grigliata a offerta libera a sostegno del progetto abitativo.
Per partecipare alla grigliata è necessario inviare una mail di conferma all’indirizzo: clochardallariscossa@gmail.com
Le fotografie esposte sono di Davide Gasparinetti, Davide Gloria, Camilla Mallone, Marina Mussapi, Laura Pezzenati, Giulia Poggi e di Paola Tarroni. Questo è il video realizzato a conclusione del workshop.