Manifesto

Foto di Giulio Di Meo

L’Associazione WJ intende promuovere e diffondere la cultura fotografica e dell’informazione attraverso la rivista, la formazione e lo scambio a livello nazionale e internazionale.

La promozione del fotogiornalismo, della fotografia di documentazione e del reportage sarà portata avanti non solo attraverso la rivista, ma anche tramite la realizzazione di pubblicazioni, mostre e contenuti multimediali.

L’Associazione intende organizzare attività didattiche, workshop, dibattiti e incontri in ambito fotografico, video, sociale e culturale. Vuole incentivare l’utilizzo di fotografia, giornalismo e video come strumenti di conoscenza, indagine e cambiamento, oltre che come mezzi di integrazione, socializzazione, partecipazione e condivisione.

Intendiamo svolgere le nostre attività in sintonia con le realtà locali e internazionali sostenendo l’importanza di un’informazione critica e consapevole.

Le attività dell’associazione sono realizzate con il contributo di fotografi, photoeditor, esperti, e sono rivolte ai propri soci, ai professionisti e agli appassionati.

Gli obiettivi fondamentali dell’associazione Witness Journal sono: la diffusione della cultura fotografica e del fotogiornalismo, l’educazione ai linguaggi visuali, la promozione della fotografia come strumento di integrazione e socializzazione.

La rivista offre un palcoscenico per temi e problematiche locali e globali, anche attraverso la collaborazione con le realtà territoriali, e si propone come punto di riferimento per i numerosi fotografi che sempre di più incontrano difficoltà a pubblicare il loro lavoro e a condividere uno spazio dove discutere di fotografia.

La redazione, composta da fotografi, giornalisti ed esperti della comunicazione, offre agli autori un supporto gratuito – attraverso l’editing dei lavori destinati alla pubblicazione – e ai lettori la possibilità di un confronto aperto e fondato sull’esperienza umana (ancor prima che fotografica).
L’area didattica ha l’obiettivo di educare al linguaggio visuale, in particolare nell’ambito del fotogiornalismo e della fotografia sociale, attraverso la realizzazione di workshop di fotografia in Italia e all’estero, anche in collaborazione con associazioni e organizzazioni che operano nei territori di interesse.

Credendo fortemente nella fotografia come strumento di conoscenza, indagine e denuncia l’area didattica di Witness Journal si propone di realizzare laboratori di fotografia partecipativa per raccontare diverse realtà, anche attraverso il coinvolgimento diretto delle persone che abitano quei territori.

L’attività formativa sarà proposta anche nelle scuole attraverso laboratori rivolti in particolare a ragazzi con difficoltà di comunicazione e socializzazione, utilizzando la fotografia come mezzo di integrazione e socializzazione anche per adolescenti, disabili e stranieri.
L’associazione lavorerà anche per partecipare a bandi pubblici e privati per la produzione e la diffusione di progetti fotografici di varia natura.

Attraverso la realizzazione di progetti collettivi e di giornalismo partecipativo sarà promossa la fotografia come strumento di scoperta e documentazione dei territori e come momento di partecipazione e di condivisione.

Clicca qui per leggere lo Statuto dell’Associazione


Manifesto

Witness Journal comes from the experience of a journalists’ and photographers’ team, joined together in order to create a different and innovative project in the information system. Far from the standard business model, Witness proposes a different approach to information, according to any different points of view. It’s a free, online monthly photo-magazine developed by an editorial staff working with professionist journalist and photographers, but also with the contribution of the web communities.

Distributed for free via the Internet, Witness Journal tells small and big Italian and international stories through images by professional photographers and amateurs. Firmly open to the contributions of anyone, Witness offers to the authors a journalistic limelight where they have the chance to express their skill and to promote their work. 

 At the same time we offer to our readers a different kind of information in compliance with many different aspects. First, we consider images, and not words, all-important. The stories told by Witness Journal are reported exclusively on the base of facts, that is pictures. 

The articles – written by the photographers in cooperation with the editorial staff – add extra information to the context Witness’ editorial line tends to give voice to events and local stories and above all to what we can hardly find on mainstream information. 

Thanks to the net we get in touch with a network of co-workers on the whole Italian territory.

A network of professionists and amateurs who have the chance to speak out, thanks to the digital world and to  Web 2.0 phenomenon, like Flickr. Witness Journal wants you to listen to their voices.