Barrios

Trasformazioni di una città - Un lavoro collettivo frutto del workshop organizzato da Witness Journal e tenuto da Luna Coppola e Giulio Di Meo.

Foto di Maxwell Matta
Foto di Maxwell Matta

Workshop di Fotografia Sociale

31 Ottobre | 03 Novembre 2013

Barrios significa letteralmente quartieri ma il suo significato è ben più ampio e profondo: vuol dire storie di vita quotidiana, di famiglie e persone che vivono nelle periferie di una grande città. Racchiude in sé il bello e il brutto, il dramma della mancanza di lavoro e di aiuti sociali, la presenza di persone ritenute “illegali”. La periferia, più che una posizione geografica, diventa un argomento di riflessione sul centro e sui margini della città, in particolare sulle corrispondenze tra quella che è la marginalità spaziale e la marginalità sociale nel territorio urbano. La periferia di Barcellona è composta da vari barrios che negli anni hanno subito una trasformazione enorme. La città si è ingrandita e molti dei quartieri prima considerati pueblos ai limiti della città sono stati inghiottiti da Barcellona e ora sono considerati barrios della città stessa. L’ordine urbano da sempre cercato attraverso il famoso piano urbanistico plan Cerda rimane solo come una cartolina per turisti. Barcellona ormai è ben altro per chi la vive e per chi la sa ascoltare. Diversi sono stati i quartieri che abbiamo conosciuto durante questo workshop: da Sant Andreu – il quartiere dell’alta velocità dove diverse associazioni stanno lottando per la salvaguardia del centro storico – a Santa Coloma de Gramenet – quartiere interessato da un grande cambiamento sociale e urbanistico, da Bon Pastor – quartiere delle famose casas baratas che stanno radendo al suolo, creando indignazione nei cittadini che da anni lottano per i propri diritti – all’Hospitalet de Llobregat – quartiere con forte presenza di immigrati alla periferia dell’area Metropolitana di Barcellona.

Foto di: Elga Carboni, Mattia Brancolini, Max Matta, Paola Bassano, Simonetta Sperandio.

Guarda la Gallery completa.